Category Archives: Senza categoria

  • 0
vivo per sito

VIVO – 10 ANNI DI STORIA

Vivo-Cover

Dal 5 aprile al 5 maggio in pre-sale il nuovo disco della formazione prog-rock modenese: un doppio album live con un brano inedito, che celebra un decennio di attività e quattro lavori in studio
Vivo: dieci anni in due ore con i Barock Project!
 
BAROCK PROJECT
VIVO!
 
Dieci anni in due ore…
… in pre-sale dal 5 aprile
 
Il 23 maggio 2016 i  Barock Project   pubblicheranno il loro nuovo album, un   doppio cd interamente dal vivo, intitolato  VIVO. Sarà il quinto titolo della   giovane prog-rock band modenese  e celebrerà  dieci anni di storia e quattro album in studio, tutti acclamati favorevolmente dalla   stampa internazionale.
Una scaletta con i classici del gruppo guidato dall’eccezionale tastierista  Luca Zabbini, che sintetizza perfettamente il decennio di lavoro e l’evoluzione compositiva dei Barock.
 
VIVO è il resoconto di un fortunato concerto immortalato nel 2015 durante il tour promozionale dell’ultimo album Skyline: un lavoro che ha riscosso importanti riconoscimenti dalla critica nazionale ed estera, che ha apprezzato la capacità dei Barock di interpretare il patrimonio progressive con un approccio serio ma comunicativo, rispettoso della tradizione ma in linea con la contemporaneità.  Ospite in Skyline,  Vittorio De Scalzi ha pubblicamente nominato i Barock “eredi nel prog-sinfonico” e continuatori dell’opera cominciata dai New Trolls nel ’71 con il primo Concerto Grosso. Oltre all’intero concerto, nella lunga scaletta –   due ore di live!   – ci sarà anche un brano inedito registrato in studio intitolato   My Silent Sea.
 
Preordinare è facilissimo sul web-shop della band barockproject.net/shop,
al prezzo promozionale di €16,00 (anzichè €19,00).
 
http://mat2020comunicatistampa.blogspot.it/

  • 0
LE LINGUE

  • 0
SANREMO 2015

SANREMO 2015

I KuTso pronti a travolgere Sanremo: “Le nostre esibizioni saranno un pugno in faccia al pubblico”

 

SANREMO 2015

Dai banchi di scuola a Sanremo 2015: chi sono i Kutso

Irriverenti perfino nel nome. I Kutso,che pronunciati all’inglese capiamo subito cosa voglia significare, sono una delle giovani band che partecipano quest’anno a Sanremo nella sezione dei Giovani. Gli irruenti Matteo Gabbianelli, Donatello Giorgi, Luca Amendola e Simone Bravi sono i componenti dei Kutso. Questi 4 ragazzi arrivano da Marino, alle porte di Roma e vantano già un curriculum di tutto rispetto. Band di apertura ai concerti di Marta sui TubiCapararezza, e presenti anche al concerto del Primo Maggio del 2014, i Kutso non amano essere paragonati ad una nuova riedizione di Elio e le Storie Tese, infatti uno dei loro punti di riferimento, come modo di esprimere le proprie idee ed emozioni attraverso la musica, è Rino Gaetano. I Kutso affermano quindi di avere un proprio modo di vivere la musica, attraverso lo sberleffo, l’irruenza e anche la provocazione.


  • 0
PRIMO MAGGIO

UNA STORIA FINO AL PRIMO MAGGIO – 2014

Category : Senza categoria

Il 2014 dei KUTSO è costellato da grandi eventi: primo tra tutti il Concerto del Primo Maggio a Roma, durante il quale si sono esibiti davanti a 700.000 persone. Ad esso fa seguito l’apertura a CAPAREZZA al Postepay ROCK IN ROMA 2014: una grande occasione che ha trovato l’appoggio di un pubblico particolarmente partecipe e divertito.

Altro evento memorabile è la partecipazione all’HARD ROCK LIVE ROMA in Piazza del Popolo insieme a grandi nomi come Negramaro, The Fratellis, Velvet e Jack Jaselli.

I kuTso sono impegnati da oltre un anno in un tour senza sosta, denomina

PRIMO MAGGIO

to appunto“Perpetuo Tour”, con il quale hanno collezionato – solo nell’ultimo anno – più di 100 date in tutta Italia.

Nel 2013 – invece – hanno pubblicato il loro primo album ufficiale “Decadendo (su un materasso sporco)” prodotto da 22R, Cose Comuni e Metatron, presentato live al Circolo Degli Artisti di Roma. Il primo singolo estratto, “Lo sanno tutti”, è stato accompagnato da un video irriverente girato con la crew di comici “The Pills”; il secondo singolo “Alè” è rimasto nella classifica Indie Music Like (MEI web) per più di 4 settimane. 

Dopo le numerose date e le importanti aperture a band internazionali come Primal Scream e Gogol Bordello, il Perpetuo Tour non può dirsi ancora concluso, nonostante i kuTso siano attualmente impegnati nella registrazione del nuovo disco.

CRONOLOGIA

  • Nel 2007 vincono l’Heineken Jammin’ Festival Contest
  • Nell’estate 2011 pubblicano il loro primo EP “Aiutatemi”, prodotto dall’etichetta 22R, contenente la traccia video con cui la band ha vinto il premio per la tecnica al M.E.I. 2010 (“Aiutatemi”, appunto).
  • Nell’ottobre 2011 vincono il concorso nazionale MARTELIVE.
  • Il 22 settembre 2012 l’Ep “Aiutatemi” esce in formato digitale su iTunes e in tutti i grandi store online
  • Il tour promozionale dell’ep li porta in numerose radio FM tra le quali Radio Rock, Radio Mana Mana, Radio Città Futura, Radio Città Aperta, Centro Suono Sport, Radio Cernusco Stereo, Radio Club 91 e Radio Dimensione Musica. I
  • Il 2 ottobre 2012 il video “Aiutatemi” va in onda su Italia 2 (Mediaset).
  • Il 19 ottobre 2012 i kuTso suonano all’Atlantico di Roma in apertura a A Toys Orchestra, Nobraino e Dellera.
  • Il programma “That’s Italia” in onda su LA7d dedica un servizio speciale alla band.
  • A novembre 2012 vincono il concorso Edison – Change The Music: la giuria composta da Davide Dileo (Boosta), Piero Pelu’, Franco Mussida, Stefano Rocco, Nick The Nightfly, Pietro Camonchia, Elena di Cioccio e Franco Zanetti, ha scelto i kuTso per la categoria Rock/Metal/Punk.
  • Il primo febbraio 2013 aprono il concerto dei Linea 77 all’Orion di Ciampino (Roma).
  • Il primo aprile 2013 esce il primo full length ufficiale della band “Decadendo (Su Un Materasso Sporco) “ prodotto da 22R, Cose Comuni e Metatron, presentato live al Circolo Degli Artisti di Roma il 4 aprile.
  • Il 3 aprile, in esclusiva su Wired.it, esce il video di “Lo sanno tutti” feat. The Pills, la nota crew di comici romana.
  • Lunedì 27 maggio sono ospiti di Occupy Deejay, in onda su Deejay Tv
  • A maggio vengono scelti come artisti della settimana su MTV New Generation (http://newgeneration.mtv.it/blog/just-discoveredkutso/).
  • Il 29 maggio si esibiscono al Chiostro del Bramante di Roma in occasione della rassegna Vari(e)azioni presentando in chiave acustica alcuni brani di “Decadendo (su un materasso sporco)”.
  • Il 31 maggio partecipano al concerto per i 29 anni di Radio Rock insieme a Fabrizio Moro al Circolo degli Artisti di Roma.
  • A giugno partecipano al concorso “Emerge” di Spotify arrivando in semifinale.
  • Il 25 luglio suonano al Rock in Roma, il più influente festival rock italiano, gareggiando nel contest “Rock in Roma Factory”.
  • Il 28 luglio aprono ai Motel Connection in occasione del concerto organizzato da Radio Olevano.
  • L’8 agosto li vede invece protagonisti – insieme a Ministri, Nobraino, Appino e Giorgio Canali – del “Color Fest” di Lamezia Terme, mentre il 10 agosto suonano con Diaframma e Paolo Benvegnù al Festival Danilo Ciolli.
  • Il 23 agosto aprono il live dei Marta sui Tubi alla “Festa della Birra” di Fabrica di Roma.
  • Il 20 novembre salgono sul palco dell’Alcatraz di Milano in opening act ai Primal Scream, mentre il 29 aprono i Gogol Bordello all’Orion, Ciampino.
  • Il 2013 dei kuTso si è concluso con un Capodanno anticipato (il 28 dicembre al Defrag di Roma) e con ben 80 date in giro per l’Italia.
  • Presenti nella classifica Indie Music Like (MEI web) per più di 4 settimane con il singolo “Alè”.
  • Il Primo Maggio 2014 suonano al tradizionale Concerto di Piazza San Giovanni a Roma davanti a 700.000 persone. 
  • L’1 giugno aprono – per la seconda volta – il concerto dei Gogol Bordello al Meeting del Mare (Marina di Camerota).
  • Il 12 luglio si sono esibiti in Piazza del Popolo (Roma) all’interno del festival Hard Rock Live con Negramaro, The Fratellis, The Carnabys, Velvet e altri ancora.
  • Il 22 luglio aprono il concerto di Caparezza al Postepay Rock in Roma mentre il 2 settembre quello dei Marta Sui Tubi a Carroponte (Milano).

  • 0
Colours

  • 0
FOTO MARZIA 3

DECADENDO SU UN MATERASSO SPORCO

Category : Senza categoria

Nel 2013 esce “Decadendo (Su Un Materasso Sporco)”, primo full lenght ufficiale della band, che non può, visto il curriculum del gruppo, che suscitare un’irrefrenabile 

DECADENDO

curiosità. Da subito emergono ironia, sfacciataggine e spontaneità nei testi che come loro stessi scrivono nella loro biografia “uniscono scherzo e provocazione ad un linguaggio musicale gioiosamente frenetico”. Infatti gioiosamente frenetica è proprio a definizione che salta all’orecchio dall’ascolto di  Alè, brano d’apertura dell’abum. La decadenza confusa di un uomo che cerca di trovare la felicità, accompagnato da un ritmo musicale sostenuto come aiuto a questo “inno alla vita” ironico e sarcastico 

Un urlo disperato contro la falsità e il finto perbenismo che spesso circonda è invece il tema di Siamo Tutti Buoni, su delle corde stavolta un po’ più punk rispetto ai brani precedenti: “Capeggiate un mondo migliore, ma state bene nel vostro squallore (…) Siamo un mare di disperati, inesistenti ed umiliati.”. Il ritmo si placa, iniziano i cori ed è tempo di Marzia.  Il tema qui è l’amore. Un amore non andato a buon fine, infatti la voce di Matteo Gabbianelli qui si lancia in una specie di supplica che, al contrario di quello che potrebbe sembrare, porta alla luce l’essenza di ogni uomo. Quell’essenza che al di sotto di ogni apparenza fa emergere la verità di questo sentimento: “E’ vero che sono un pagliaccio, ma ora non scherzo. Infondimi un po’ della tua magia, dammi la mano e senti il mio cuore che batte per te”. L’album continua con Lo Sanno Tutti sempre dal ritmo sostenuto e si lancia in un’ironica denuncia sociale con Questa Società, che servendosi di un testo intelligente e di un’atmosfera spumeggiante, a tratti ricordando il rock ‘n’ roll puro degli inizi, descrive i tratti di questa società moderna che preferisce nascondersi dietro un finto bigottismo e perbenismo, pieno di ipocrisia e contraddizioni. La scia di denuncia continua con Via Dal Mondo che stavolta si concentra non sulla società in generale, ma su coloro che questa società dovrebbero guidarla e senza esclusione di colpi si rivolge a tutti dicendo “…Ma che cosa fate nelle strade? Quelli da pestare sono al Quirinale e a Montecitorio, Via Dal Mondo!!!”. Torniamo a toni pacati con Canzone Dell’Amor Perduto, quasi una ballata, come lo stesso titolo suggerisce, dedicata a quel genere di amore vero che adesso non c’è più. 


Immagine

L’immagine ironica della frase di inizio di Eviterò la Terza Età non può che far sorridere, ma andando avanti nell’ascolto quello che può sembrare un tema banale e superficiale fa riflettere su temi come la solitudine, soprattutto al momento della morte. Il cantante decide di “emigrare nell’aldilà” prima che sia troppo tardi e morire da solo in un centro anziani, metafora efficace e piuttosto forte. 
L’obiettivo è il tema su cui ruota attorno la nona canzone dell’album, Stai Morendo. “Darsi un obiettivo, per sentirsi vivo”, un ritornello che suona quasi come un mantra da ripetersi per non fermarsi a vivere la propria vita in modo stagnante e ripetitivo.Il ritmo non si ferma, anzi si fa leggermente più accentuato grazie alla batteria di Simone Bravi e alla chitarra frizzante di Donatello Giorgi che fa da anticamera al testo dove questa decadenza interiore continua con Precipiti più giù: “Tu sai esattamente cos’è, ma c’è qualcosa che marcisce dentro te, pensi ancora di risalire su il tempo passa e tu, precipiti più giù!”. Con Perso, già dall’attacco del brano, l’atmosfera ricorda un po’ quel Rock americano bianco anni ’50, che converge in una canone d’amore struggente e sarcastica che vede nell’innamoramento non un’ancora di salvataggio, ma una finzione, che in realtà rende l’uomo ancor più “Perso” di quanto non lo sia già.Il ciondolo della collana però è proprio Aiutatemi, brano tra l’altro già noto anche per via della sua circolazione in radio. Il funky entra subito nelle vene, grazie al basso protagonista di Luca Amendola, e gioca con un testo scoppiettante e acuto che non si vergogna di presentare un linguaggio anche piuttosto colorito. Verso la fine emerge un piccolo barlume di progressive rock che smorza apparentemente e momentaneamente i toni del brano, ma la richiesta d’aiuto torna a farsi scottante e prorompente fino all’urlo conclusivo e liberatorio. Il connubio tra parole e musica risulta perfetto. I musicisti infatti riescono con maestria a non sovrastare mai le parole e ad occupare sempre il posto giusto al momento giusto, facendo così da coprotagonista in ogni singola canzone creandosi il giusto spazio per non passare mai in secondo piano. Insomma una band questa che sta sempre più trovando il suo spazio all’interno dell’universo musicale italiano, un gruppo originale e coinvolgente capace di divertire il pubblico, servendosi di tutti gli strumenti a loro disposizione, travestimenti inclusi. Un ascolto da non perdere.


  • 0
kutsonoisehome_web_-25 2

AIUTATEMI – KUTSO

Category : Senza categoria

Kutso circolo È uscito il primo ep ufficiale dei Kutso. Ed è Energia. La band è composta da quattro elementi Matteo Gabbianelli alla voce, Giacomo Citro al basso, Donatello Giorgi alla chitarra/cori eAlessandro Inolti alla batteria/cori. Della loro bravura si sapeva già dalle performance messe in rete dalla band e apprezzate da migliaia di internauti nonché dagli organizzatori del premio Tutto Digitale all’interno del M.E.I. che ha premiato per l’uso creativo della tecnica,il loro video Aiutatemi diretto da Michele Baruffetti. Un video colorato, allegro e vivace. Come anche quello della canzone Questa Società. Autoironici e simpatici sono piacevoli a vedersi e soprattutto a sentirsi. Dal vivo, dall’ep e da Youtube. Sono veramente bravi. Coinvolgenti e capaci. Sono riusciti ad equilibrare bene i suoni in ogni pezzo dando un risultato vincente. I testi sono ironici e attuali. Una critica alla società contemporanea in chiave completamente originale. Tutto ciò che è deprimente diventa automaticamente una risata. Uno stile particolare che li rende unici. Non è casuale il fitto numero di date fatte e da fare. La band di Marino che ha conquistato molti cuori, si sta facendo strada a testa alta nel panorama underground romano e non solo. Un gruppo che consiglio di andare a sentire. Si vede che amano suonare, farsi ascoltare e far divertire. Tutte le prossime date sono sul loro MySpace dove potrete acquistare anche un ep che vale la pena di avere.   Fonte: https://cheapsoundreview.wordpress.com/2011/10/13/kutso-aiutatemi/ Altre recensioni: http://www.dlso.it/site/2012/10/29/disco-raccontato-kutso-aiutatemi-ep/ http://www.distorsioni.net/rubriche/fermoposta/fermoposta-it/aiutatemi http://newgeneration.mtv.it/artisti/kutso/